Perché le webcam non sono abbastanza buone

aggiornato
Cover image for: Perché le webcam non sono abbastanza buone

Dopo aver consultato numerose guide all'acquisto di webcam e recensioni, acquistato una manciata dei modelli più popolari e testati in diverse situazioni di illuminazione, non posso sfuggire alla cupa verità: non esistono buone webcam. Anche le webcam consigliate da punti vendita affidabili producono immagini di scarsa qualità, un errore significativo, dato che è l'unico lavoro che dovrebbero fornire.

Colore irregolare. Punti salienti soffiati. Dettagli macchiati, soprattutto in condizioni di scarsa illuminazione. Qualsiasi webcam economica (anche nella fascia più alta della convenienza, $ 100+), utilizza hardware inadeguato e tipicamente vecchio di anni supportato da un software mediocre che ti fa letteralmente sembrare cattivo. Potresti non accorgertene se stai utilizzando un software video che riduce la tua immagine, ma sarà ovvio per le altre persone durante la chiamata.

Guarda tu stesso: il video qui sotto mostra le webcam leader di mercato (C920, Kiyo e Brio) contemporaneamente e alle stesse condizioni, insieme a un iPhone come benchamark.

Confrontando le opzioni.
  • Il Logitech C920 soffre di una serie di problemi, in particolare i problemi di esposizione.
  • Il Razer Kiyo soffre anche di esposizione, nonché di fotogrammi in ritardo e congelamento.
  • Logitech Brio fatica a tenere il passo con il movimento e sembra applicare un filtro levigante.
  • L'iPhone Pro offre immagini di ottima qualità, colori naturali ed è l'unica opzione che non ha problemi con la messa a fuoco.

Perché le webcam sono così? Dopo tutto, la tecnologia delle fotocamere piccole è migliorata in modo esponenziale da quando l'attuale raccolta delle "migliori" webcam è arrivata sul mercato, ma è successo tutto nei nostri telefoni. Per illustrare questo, sto confrontando le webcam più popolari con Camo , il software che sfrutta la fotocamera e la tecnologia di imaging di iPhone, iPad e iPod touch per farti sembrare significativamente migliore. Anche se Camo non fosse nella foto, tuttavia, manca ancora l'output delle webcam più votate.

Mettendoli alla prova

Per i test, ho raccolto una raccolta di webcam standalone più votate e più vendute, oltre a un modello knockoff economico (ti lascio indovinare quale sia). I numeri indicati sono i prezzi al dettaglio suggeriti dalle società:

  • Logitech Brio 4K Pro ($ 199)
  • Logitech StreamCam ($ 169)
  • Razer Kiyo ($ 99)
  • Logitech C920 ($ 80)
  • Webcam Adwaita 8 MP Ultra HD 4K ($ 50)

Per contrasto, ho raccolto una piccola collezione di iPhone con Reincubate Camo, incluso il modello più vecchio supportato che sono riuscito a trovare; l'app funziona su qualsiasi dispositivo con iOS 12 o successivo, inclusi iPhone 5s e iPod touch 6:

  • iPhone 11 Pro (il mio telefono di tutti i giorni, $ 999)
  • iPhone SE (modello 2019, $ 399)
  • iPhone 6 (2015, che ho comprato usato e sbloccato nell'autunno 2020 per $ 90)

Gli ultimi modelli di iPhone sono ovviamente più costosi delle webcam, ma fanno anche molto di più che fungere da fotocamere. Anche se non lo escluderei, dubito che qualcuno acquisterà un nuovo iPhone esclusivamente da utilizzare come webcam. È più probabile che qualcuno utilizzi il proprio telefono principale, riutilizzi un modello più vecchio che non è più in uso o acquisti un modello usato. Il test è stato eseguito su un MacBook Pro da 16 pollici (modello 2019).

Alcune note sulle foto: se non diversamente specificato, le immagini sono state acquisite utilizzando le impostazioni predefinite della webcam. Gli iPhone sono stati collegati tramite Camo, ma nessuno degli strumenti di regolazione dell'app è stato utilizzato; quello che vedi è ciò che la fotocamera ha consegnato.

La stanza in cui sono stati catturati si trova in un seminterrato parzialmente esposto con due finestre e pareti giallo chiaro. L'illuminazione della stanza include una plafoniera con lampadine LED consumer vendute come luce diurna 5000K e una lampada a sospensione decorativa. In altre parole, è una stanza abbastanza tipica per lavorare a casa e partecipare a videoconferenze.

Ho anche installato un paio di luci video LED Dazzne per montaggio su scrivania da 15,4 pollici esterne per una maggiore illuminazione, in particolare durante le riprese notturne; Noto in quali colpi sono stati attivati. Come discuterò più avanti, l'importanza di avere abbastanza luce disponibile non può essere sottovalutata e si applica a tutte le webcam discusse qui.

I feed video sono stati visualizzati in Zoom in una riunione privata, poiché Zoom è diventato lo standard de facto per le videoconferenze. Zoom e altri servizi a volte limitano la risoluzione di trasmissione per ottimizzare la quantità di larghezza di banda utilizzata, quindi è probabile che le persone dall'altra parte della chiamata non vedano la stessa qualità dell'immagine che vedi tu. Nel mio test, le prestazioni in Zoom su una chiamata privata erano paragonabili alla visualizzazione del feed video in QuickTime Player (scegliendo File> Nuova registrazione filmato), che non esegue lo streaming.

Infine, il posizionamento: tutte le telecamere sono state posizionate sopra lo schermo del mio laptop per passare facilmente da una all'altra, quindi vedrai angoli leggermente diversi di ciascun modello. Questa volta non ero concentrato sulla composizione perfetta .

Prima di entrare nei confronti specifici delle webcam, evidenziamo alcuni problemi universali.

Problemi con le webcam di terze parti

Ogni webcam testata ha sofferto in modo unico, ma in generale, i seguenti difetti sono stati i più evidenti.

  • Problemi di esposizione e punti caldi : il primo compito di una webcam è quello di prendere automaticamente in considerazione l'illuminazione nella scena e regolare la luminosità di conseguenza. Nel tentativo di garantire che l'oggetto al centro dell'inquadratura (sei tu) sia ben illuminato, le telecamere di solito aumentano la luminosità ovunque. Questo ragionamento è solido, ma se una finestra o una lampada è nella ripresa, è probabile che diventi bianco puro e distragga i tuoi spettatori. Anche in stanze che sembrano ragionevolmente illuminate, non è raro che quella luce si riversi su di te e sovraesponga caratteristiche come la fronte o gli zigomi. Anche se prenderò una scena luminosa su una sottoesposta ogni volta (per motivi in cui entreremo), i punti caldi e la sovraesposizione sono semplicemente una distrazione.

  • Problemi di colore e bilanciamento del bianco : un'altra regolazione automatica che le webcam devono inchiodare è la fedeltà del colore, e questo è altrettanto problematico quanto l'esposizione. Dal punto di vista dello spettatore, il bilanciamento del bianco (noto anche come temperatura del colore) determina se il tuo aspetto è freddo o arancione. Ho davvero le guance rosee come sembro? Diamine, è anche il mio vero colore della pelle? Troppo spesso la risposta è no.

  • Problemi di messa a fuoco : le webcam che ho esaminato offrono tutte la messa a fuoco automatica per cercare di mantenere il soggetto nitido, ad eccezione di una fotocamera senza nome economica con una distanza focale fissa (o, in termini di marketing, "messa a fuoco fissa per una profondità di campo costante", che si traduce in "siediti abbastanza lontano dalla fotocamera da essere nel suo punto debole"). Alcune fotocamere fanno un cattivo lavoro nel colpire effettivamente la messa a fuoco automatica, mentre altre sono lente ad agire. Se tendi a muoverti mentre parli, la webcam può "rimbalzare" mentre blocca la messa a fuoco, la perde e poi la ritrova. Di nuovo, distrae.

  • Morbidezza dell'immagine : una scarsa messa a fuoco automatica può portare a un'immagine morbida, ma non è l'unico colpevole. Alcune fotocamere semplicemente non mantengono i dettagli che ci si aspetta di vedere o sembrano applicare la levigatura alla pelle.

  • Prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione : è vero che le situazioni di scarsa illuminazione sono difficili per qualsiasi fotocamera e le webcam utilizzano vari metodi per gestirle. Tuttavia, per diversi motivi le webcam sono in genere terribili quando non c'è abbastanza luce; o, dovrei dire, quando la webcam pensa di non avere abbastanza luce.

  • Scarsità e riduzione dei prezzi : a causa dell'improvviso passaggio al lavoro e alla scuola a distanza, anche queste webcam apparentemente di "qualità" sono ancora difficili da trovare e vengono vendute a prezzi elevati. L'alternativa è scommettere su una massa di cloni senza nome.
  • Software : i controlli per effettuare regolazioni manuali per ignorare le impostazioni automatiche sono insufficienti, confusi o inesistenti. Ad esempio, la versione macOS di Logi Capture, un'applicazione che controlla alcune delle funzionalità esclusive di Logitech StreamCam, è fino alla versione 2.02 ed è ancora in beta (ho i crash per dimostrarlo).
  • E-waste : cosa succede ai dispositivi che non soddisfano le aspettative? Finiscono nei cassetti o nelle discariche (o nei cassetti e poi nelle discariche), o spediti in tutto il mondo alla rinfusa per essere strappati e riciclati. (L'anno scorso sono stati generati 53,6 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici.) E non dimenticare l'imballaggio, i materiali di spedizione e i costi di trasporto per inserire la webcam in quel cassetto in primo luogo.
  • Audio : ciascuna webcam indipendente include uno o più microfoni per catturare l'audio, a diversi livelli di competenza. Non sto analizzando il loro audio qui perché è molto meglio acquistare un microfono USB poco costoso o persino utilizzare gli auricolari forniti con il telefono, per ottenere una migliore qualità audio.
  • Onere del processore: L'acquisizione, la codifica, la decodifica e lo streaming di video in tempo reale è un'attività che richiede un uso intensivo del processore. Sull'iPhone, l'hardware dedicato gestisce gran parte del lavoro di rendering dell'immagine e di elaborazione del video, prendendo queste attività dal processore principale del telefono. Le webcam autonome, tuttavia, trasmettono semplicemente il segnale affinché il tuo computer lo gestisca. Logitech ha fornito una volta un codificatore hardware, ma questi sono statigradualmente e silenziosamente eliminati.

Ora, esaminiamo ogni webcam in modo più dettagliato.

Difetti significativi nelle webcam più popolari

Logitech C920

Quando la C920 viene regolarmente citata come la migliore webcam per la maggior parte delle persone, comincio a chiedermi se qualcuno stia facendo uno scherzo su larga scala, perché non corrisponde a ciò che ho visto con i miei occhi. Da solo, la C920 soffre di una terribile sovraesposizione, scarso bilanciamento del bianco e messa a fuoco sfocata, anche in situazioni ben illuminate.

Infatti, quando aumento la potenza dei miei pannelli luminosi, puoi vedere la fotocamera che lavora duramente per compensare: l'esposizione si riduce, ma poi salta di nuovo, come se fosse stata progettata per assicurarsi che ci siano aree esplose in qualsiasi Il C920 cerca di bilanciare l'illuminazione, ma non ci riesce.

Il Logitech C920 tenta di compensare la cattiva illuminazione.

Logitech C920 contro iPhone 6 Selfie

Ok, facciamo un confronto peggiore-peggiore. Con la maggior parte delle webcam, l'aggiunta di più luce ha migliorato l'immagine; l'aggiunta di molta luce in primo piano al soggetto li ha attivati per ridurre l'esposizione sullo sfondo, per prima cosa. La C920, tuttavia, ha visto solo più luce e ha continuato a sovraesporre. Il bilanciamento del bianco è tutto spento, desaturando l'intera scena.

Della gamma iPhone, la fotocamera Selfie frontale dell'iPhone 6 è la più scarsa sulla carta e si è rivelata la peggiore. È terribilmente soffiato sia sulla finestra che sul mio viso, ma il bilanciamento del bianco e il contrasto sono molto migliori dell'output del C920. Non è la mia prima scelta, certamente, ma almeno non sembro verde.

Logitech Brio

La caratteristica distintiva del Brio è la sua risoluzione 4K, la possibilità di registrare a 3840 per 2160 pixel. Sembra fantastico, perché siamo addestrati a pensare che "più X è meglio", dove X è uguale a risoluzione, megapixel, gigabyte, gigahertz e ogni sorta di altre specifiche tecniche. Tuttavia, una risoluzione più alta ha dei compromessi.

L'idea generale alla base della risoluzione è che con più pixel registrati, si visualizzano più dettagli e si ottiene un'immagine più nitida. Le prime fotocamere HD registrate con una risoluzione di 720p (1280 x 720 pixel); ora, YouTube non applica nemmeno la sua etichetta HD a nulla sotto 1080p (1920 x 1080 pixel). La risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel) è ormai comune sui televisori (con 8K che inizia ad affollarsi negli showroom e nei rivenditori online).

La difficoltà di una risoluzione più elevata è la maggiore richiesta di elaborazione: l'acquisizione e l'elaborazione di 2 milioni di pixel per frame (1080p) in tempo reale richiede una potenza di elaborazione superiore a 900,00 pixel per frame (720p) (entrambi i numeri arrotondati per difetto). Il 4K deve spingere quasi 8,3 milioni di pixel per fotogramma. Gli schemi di codifica video comprimono i dati a un livello più gestibile, ma poiché le telecamere non includono hardware di codifica dedicato, quel lavoro viene eseguito dal processore del computer, mettendo a dura prova il sistema.

Per impostare Brio per registrare in modalità 4K, è necessario eseguire il programma Logitech Capture separato. Sul mio MacBook Pro di meno di un anno, il passaggio al 4K introduce un ritardo significativo, fino a 4 secondi, rendendo impraticabile una chat video. Inoltre, per ottenere lo streaming 4K nel software di videoconferenza, è necessario specificare Logitech Capture come sorgente video. Ma per i nostri scopi qui, la considerazione più importante è la larghezza di banda, perché un livestream 4K è costituito da molti dati che entrano in un tubo che viene automaticamente compresso e ridotto durante il transito dalle società che ospitano i servizi. Quindi, alla fine, a meno che tu non stia registrando qualcosa di locale, il 4K è sprecato.

Come notato in precedenza, i problemi più evidenti con il Brio sono il modo in cui spegne le aree luminose, rende i colori in modo strano e come sembra levigare la pelle.

In condizioni di luce normale o molto scarsa, l'immagine Brio diventa rumorosa e perde dettagli. Include una funzione che Logitech chiama Rightlight 3, o "Rightlight 3 con HDR", che ha lo scopo di eseguire un lavoro migliore di bilanciamento del guadagno e del rumore. Tuttavia, nulla nelle versioni Mac del software di impostazioni di Logitech menziona Rightlight e c'è solo un singolo interruttore HDR che fa una piccola differenza quando è acceso. L'hardware include anche un sensore a infrarossi che viene utilizzato solo in Windows 10 per la sua funzione di sblocco di Windows Hello.

Più luce potevo gettare sulla scena, migliore era la qualità, soprattutto in termini di dettagli. Ciò significava accendere le luci del mio video fino al 65 percento di intensità, che è abbastanza luminoso da farmi strizzare gli occhi e sentirmi come se fossi in uno studio. Ho difficoltà a credere che la maggior parte delle persone creerebbe una configurazione come questa per convocare riunioni di lavoro.

Per creare l'immagine a destra, ho dovuto accendere le luci del video fino al 65 percento, il che non è una soluzione ideale o, sospetto, comune per la maggior parte delle persone.

Logitech Brio contro iPhone 6

Una caratteristica importante delle foto precedenti è la quantità di luce presente nella scena. Ai nostri occhi, la scena diurna illuminata dalla luce delle finestre sembra piuttosto naturale. Ma per le telecamere, la scena era sottoesposta, il che è probabilmente il motivo per cui gli scatti Brio sopra sono un po 'scuri e privi di dettagli in ombra. Aggiungere più luce al primo piano fa una grande differenza.

Per il prossimo confronto, ho acceso le luci video, di fronte a me, a circa il 10 percento della loro potenza massima e un'impostazione della temperatura del colore di 5000K (per abbinare la temperatura delle lampadine del soffitto, anche se le luci della stanza erano spente). L'immagine del Brio è sicuramente migliore di quella precedente, anche se la finestra è ancora un rettangolo bianco (ma questa volta con qualche accenno che qualcosa sia fuori). I punti salienti sul mio viso sono migliori, anche se la definizione nella mia barba è ancora macchiata. Con più luce, vediamo anche che la pelle appare più liscia e ha uno strano rossore rosa. Il bilanciamento del bianco nel complesso è migliorato.

Contro il Brio nella stessa situazione di illuminazione c'è l'iPhone SE 2019 (chiamato informalmente iPhone SE 2). Il bilanciamento del colore è migliore, c'è più definizione nella finestra, anche se è ancora per lo più spenta, e la barba sembra più strutturata. La mia faccia sembra un po 'troppo rossa, però.

Aumentare la potenza dei pannelli luminosi fa una grande differenza; e queste foto danno l'impressione che le fotocamere si trovino in situazioni con cui sono più a loro agio. Vediamo qualche dettaglio attraverso la finestra nella foto del Brio, l'illuminazione sul mio viso è più equilibrata ei colori dello sfondo sembrano migliori. Tuttavia, il mio viso sembra ancora più rosa ed elaborato. Anche l'immagine di iPhone SE è molto migliorata. Anche se il mio viso sembra ancora un po 'troppo saturo, c'è una consistenza più visibile sulla mia pelle e sulla mia barba, e nel complesso i colori sono migliori.

Logitech Brio 4K Pro contro iPhone 11 Pro

Questi scatti sono stati realizzati utilizzando solo la luce proveniente dalle finestre ai bordi sinistro e destro dell'immagine. Era una mattina nebbiosa, quindi la luce era naturalmente diffusa. Le aree che risaltano nell'immagine Brio sono la finestra completamente spenta a sinistra e la qualità dell'immagine generalmente sfocata in generale. Questo è un caso in cui la mia barba sale e pepe è utile, perché in questo caso mostra che la fotocamera sta raggruppando i capelli in una massa pixelata. Anche i colori sono attenuati, trasformando le pareti gialle in un colore pastoso a guscio d'uovo.

Nell'immagine dall'obiettivo grandangolare di iPhone 11 Pro (la visualizzazione predefinita "1x"), c'è una definizione nella finestra. In effetti, puoi vedere che è una finestra e distinguere il ponte e la recinzione all'esterno. (Ciò è dovuto all'elaborazione HDR continua dell'iPhone.) Il colore sul mio viso sembra più naturale, anche se un po 'rosso, e ci sono dettagli in ombra ben arrotondati dalla luce che entra sul lato destro del fotogramma. Il bilanciamento del bianco è migliore nella versione per iPhone: le pareti sono della giusta tonalità di giallo pallido e le aree bianche come il telaio della finestra ei libri sugli scaffali sembrano bianche, non troppo calde o fredde.

Brio ha anche un'opzione HDR, che puoi abilitare o disabilitare utilizzando l' app Logitech Capture (scaricabile gratuitamente) che ti consente di configurare le impostazioni. Tuttavia, la funzione è sostanzialmente inutile.

Logitech StreamCam

Considerando che la StreamCam è la webcam più recente del lotto, mi aspettavo ulteriori miglioramenti alla qualità dell'immagine rispetto agli altri modelli Logitech. Tuttavia, presenta molti degli stessi problemi: bianchi spenti, un'immagine sorprendentemente morbida anche con un'illuminazione moderata e alcuni degli stessi aspetti di levigatezza della pelle. L'obiettivo f / 2.0 della fotocamera consente una luce extra, ma non sembra fare una differenza significativa. La StreamCam sembra una versione non 4K di Brio, con alcune funzionalità aggiunte se si utilizza Logitech Capture insieme ad essa.

Queste funzionalità non sono convincenti per i nostri scopi. La StreamCam include un sensore che indica se è in modalità orizzontale o verticale, che viene visualizzato come video laterale nella maggior parte delle applicazioni. Include anche la stabilizzazione dell'immagine ... per una telecamera che è montata e non si muove. Una caratteristica potenzialmente utile è l'inquadratura automatica, che ingrandisce (digitalmente) il tuo viso e ricompone lo scatto mentre ti muovi, mantenendo il viso centrato. Può essere bello tenere traccia del proprio viso in una piccola finestra durante lo streaming di un videogioco, ma in pratica è snervante e attira l'attenzione sui movimenti della telecamera, non sul soggetto.

Logitech Streamcam contro iPhone 6

In questo confronto, ho confrontato la più recente webcam del gruppo, rilasciata a febbraio 2020, contro il modello di iPhone più vecchio, l'iPhone 6 rilasciato nel 2015.

Ancora una volta, con la webcam standalone, vediamo che la finestra sul retro è tutta bianca e anche la luce dell'altra finestra viene spenta sul lato del mio viso. Il colore è attenuato e non c'è molta definizione nella mia barba; in effetti sembro leggermente fuori fuoco.

La versione per iPhone 6 soffre di alcuni degli stessi problemi con la sua fotocamera di cinque anni. La finestra è spenta e le ombre sono piuttosto scure. Tuttavia, le alte luci sul lato del viso sono più controllate, il bilanciamento del bianco è molto migliore e, ai miei occhi, l'aumento del contrasto conferisce all'immagine maggiore profondità. L'immagine dell'iPhone 6 non è buona come l'iPhone 11 Pro, ma la fotocamera e la tecnologia di imaging in quest'ultimo sono ordini di grandezza più avanzate rispetto all'unica fotocamera posteriore dell'iPhone 6.

Razer Kiyo

Riconoscendo che la luce è così importante per le webcam, il produttore di accessori Razer ha creato il Kiyo, che include una luce ad anello incorporata attorno al bordo anteriore del corpo circolare della webcam. Sfortunatamente, quella luce risulta non essere di grande aiuto. Sì, più luce è meglio, ma poiché il Kiyo ha anche la tendenza a spegnere le alte luci, la luce aggiunge principalmente aree più sovraesposte. Non è abbastanza grande da fare un'enorme differenza, anche in scene buie in cui non combatte con altre fonti di illuminazione. E se indossi gli occhiali, il riflesso della luce anulare può distrarre.

Il Kiyo soffre anche di un autofocus lento che "rimbalza" mentre cerca il suo obiettivo di messa a fuoco. Se ti muovi durante una chiamata o mentre parli, il Kiyo percorre tutto il suo raggio di messa a fuoco prima di stabilirsi al livello corretto.

Il Kiyo fatica a concentrarsi.

La messa a fuoco automatica del Razer Kiyo può essere esasperante dal punto di vista dello spettatore.

Le webcam Razer e Adwaita non offrono alcun software di impostazione, lasciandolo all'applicazione di acquisizione che stai utilizzando, se tali controlli sono disponibili.

Webcam Adwaita 4K USB 2.0

Non posso dire se questa webcam 4K economica sia rappresentativa del mercato, ma sulla base del modello di molti altri dispositivi di elettronica di consumo, il mio sospetto è che diverse aziende utilizzino gli stessi componenti e rimarchino i loro prodotti. Questo dispositivo ha una lente più stretta della maggior parte, a 5,6 mm, il che significa che finisci per ritagliare all'interno del fotogramma (o devi spostare la webcam più lontano da te).

Il sensore di immagine è in grado di acquisire video 4K, come ho discusso in precedenza, che la risoluzione non ha senso per le videoconferenze. L'immagine è sgranata e, sebbene faccia un lavoro migliore rispetto alle altre webcam nel fornire dettagli in situazioni di scarsa illuminazione, il bilanciamento del bianco è solitamente disattivato. L'obiettivo Adwaita è a fuoco fisso.

Le webcam Razer e Adwaita non offrono alcun software di impostazione, lasciandolo all'applicazione di acquisizione che stai utilizzando, se tali controlli sono disponibili.

Cosa usano i professionisti

Mettendo da parte le questioni di costo e disponibilità per un momento, quale sarebbe la migliore fotocamera per ottenere video straordinari per le tue chiamate? Per soli $ 15.000 puoi salire al piano terra di un sistema di telecamere RED e salire da lì.

Più realisticamente, molti creatori di video utilizzano reflex digitali o fotocamere mirrorless con sensori di immagine più grandi come la serie Alpha di Sony , abbinati a obiettivi di qualità che presentano grandi aperture (e quindi profondità di campo ridotte) per un maggiore controllo sulla luce e sulla morbidezza dello sfondo. Questi rappresentano investimenti a partire da circa $ 600 e possono arrivare a un paio di migliaia di dollari a seconda del corpo macchina, degli obiettivi e dell'hardware come una scheda di acquisizione HDMI per collegare il tutto al computer.

A seconda di come devi presentarti durante le videochiamate, tuttavia, ciò può essere eccessivo. La tecnologia nei modelli di iPhone consente già incredibili livelli di qualità, come mostrato nel video qui sotto.

Usare un iPhone come webcam è facilmente l'opzione migliore senza perdere un eccesso di $ 1.000 per attrezzatura fotografica professionale. Usando l'iPhone che già possiedi, o un recente hand-down, un investimento moderato nell'illuminazione e Reincubate Camo, puoi ottenere risultati eccellenti e nessuna delle frustrazioni e dei problemi che accompagnano le webcam autonome.

Perché le webcam sono così brutte? (E perché non miglioreranno mai)

Le aziende di webcam si sono comportate bene con componenti obsoleti e quindi meno costosi per anni. La C920 è ancora citata come una delle migliori webcam sul mercato anche se è stata introdotta per la prima volta otto anni fa nel 2012. Brio e Razer Kiyo provengono dal 2017, la StreamCam è uscita all'inizio del 2020 e puoi vedere i risultati sopra .

Due fattori principali attualmente ostacolano le serie innovazioni della webcam, uno una limitazione tecnica e l'altro una lacuna aziendale.

Come con tutta la fotografia, il modo per creare immagini migliori è catturare più luce e il metodo per catturare più luce è usare sensori di immagine più grandi e obiettivi più grandi. Ecco perché una DSLR consumer o una fotocamera mirrorless produce immagini molto migliori di una webcam.

Principalmente si tratta di dimensioni: le webcam sono progettate come piccoli dispositivi che devono adattarsi ai monitor esistenti o ai coperchi dei laptop, quindi utilizzano piccoli moduli della fotocamera con minuscoli sensori di immagine. Questi moduli sono stati abbastanza buoni per anni, generando riconoscimenti, quindi c'è poco incentivo a cambiare. La StreamCam sembra avere una fotocamera e un sensore migliori, con un'apertura di f / 2.0; l'apertura non è elencata per le altre fotocamere.

Confronta questa tecnologia con l'iPhone, che include anche piccoli moduli per fotocamere per adattarli al fattore di forma di un telefono. Apple include componenti migliori, ma altrettanto importante, incorpora hardware e software dedicati esclusivamente al compito di creare immagini. Quando scatti una foto o un video con un dispositivo iOS, elabora i dati grezzi e invia una versione modificata della scena.

Originariamente, le webcam di fascia alta di Logitech, come la C920, includevano anche hardware di elaborazione MPEG dedicato per codificare il segnale video, ma a un certo punto lo hanno rimosso (senza modificare i numeri di modello o indicare in altro modo la modifica ad eccezione di un post sul blog non datato ). L'azienda ha giustificato il cambiamento a causa della potenza dei computer moderni, affermando che "non è più necessaria la codifica in-camera nei computer di oggi", ma questo sposta il carico di elaborazione sulla CPU del computer, che deve invece decodificare il video grezzo di un flusso ottimizzato. È altrettanto probabile che Logitech abbia apportato la modifica per ridurre i costi dei componenti e non paghi più per ottenere la licenza del codec H.264 da MPEG LA, il gruppo che possiede i brevetti MPEG.

Questo ci porta all'altro fattore che tiene a freno l'innovazione della webcam: i produttori non sono così investiti in quella che è stata un'attività a basso margine che si rivolge a una nicchia di clienti relativamente piccola. Il budget di ricerca e sviluppo di Apple in sei mesi è superiore al fatturato annuo lordo di Logitech, perché Apple ha capito che la fotocamera dell'iPhone potrebbe essere un serio vantaggio competitivo.

Come possiamo aiutare?

Il nostro team di supporto è qui per aiutarti!

I nostri orari di ufficio sono dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 17:00 GMT. L'ora è attualmente 9:30 AM GMT.

Miriamo a rispondere a tutti i messaggi entro un giorno lavorativo.

Vai alla sezione di supporto › Contattaci ›
Il nostro fantastico team di supporto

Commenti (15)

Great article! Can you do baby monitors next? They universally suck.

Thank you! Is there a particular monitor you'd like us to look at?

Found this via Daring Fireball and just wanted to thank you for this incredibly comprehensive article. Not having a lot of technical knowledge about cameras/video, I ordered the highly recommended Logitech C920 and thought I was going insane when it didn't hold a candle to a quick comparison with my iPhone 8... not to mention pulling my hair out for nearly a full day installing and uninstalling Logitech's various webcam apps before finally realizing the cam worked much better without them.

Thanks for this lengthy review. I finally understand why that market still looks so bad even today!

This is really absurd and not just because chips got much better for much cheaper but because in a world caught in the middle of the major pandemic, no company came with a great product. It is AMAZING and stupid. Everybody sees everyday how bad the image is... and i can't believe there is no market between a 100$ devices and 2K$ to 15K$.

Do you remember the iSight from Apple introduced in 2003??? The design was great and the quality for the time was excellent compared to competition for a 149$ (cheap for an Apple product). Image quality was great and speed amazing thanks to a FireWire connection (400 Mbit/s in 2003!). I kept it until 2010 or so.

Anyway, I'm puzzled and can't understand why manufacturers don't do something better in this period, honestly.

Thanks again for putting this up!

Thanks for this lengthy review. I finally understand why that market still looks so bad even today!

This is really absurd and not just because chips got much better for much cheaper but because in a world caught in the middle of the major pandemic, no company came with a great product. It is AMAZING and stupid. Everybody sees everyday how bad the image is... and i can't believe there is no market between a 100$ devices and 2K$ to 15K$.

Do you remember the iSight from Apple introduced in 2003??? The design was great and the quality for the time was excellent compared to competition for a 149$ (cheap for an Apple product). Image quality was great and speed amazing thanks to a FireWire connection (400 Mbit/s in 2003!). I kept it until 2010 or so.

Anyway, I'm puzzled and can't understand why manufacturers don't do something better in this period, honestly.

Thanks again for putting this up!

Thank you for the great article. How would you expect the Mevo Start to compare as a webcam?

Good question! We've not benchmarked one yet. Few thoughts:

The comparison videos that Mevo publish make it appear better than any Logitech, but still quite a way under the performance you'd see from a modern iPhone. The videos look saturation-boosted, which tends to make things look great but not always very lifelike. Their webcam app is Mac-only, and still in beta.

The Mevo Start is built around the Sony IMX307, which is a ~$25 (retail, cheaper in bulk) image sensor, so this makes sense: that's a better bit of kit than you'd get in a webcam, but it's not on par with Apple's technology.

If you were a pundit who appears regularly on cable TV shows (and, therefore has plenty of money) what setup would you buy?

  • Camera
  • Light, Lights
  • Microphone

That's a big, nuanced question, Dave! Jeff Carlson is hard at work putting together a detailed iPhone vs DSLR & mirrorless comparison piece, and that's going to answer is fully. It should be out in a month. In the meantime, here's a quick take on this...

If money were no object, we'd use a RED Monstro 8K camera. They're $80,000 without the lenses and the various accessories you'd need, but anything you point them at looks incredible. You'll like the footage so much that you'll find yourself thinking... maybe I need another one of these.

You'd probably want 4 - 6 big lights with diffusers, filters, etc., and multiple mics. There are a lot of strong opinions in the industry on light and mic brands, but broadly speaking setting them up well and having the right environment for them is best. You'd easily spend north of $100k on this setup, and you'd need some people to help you with it.

A more measured step down would be circa $4,000: some Godox SL-60 lights, a RØDE VM-NTG mic, or an EV RE-20 with a DBX286 pre-amp for audio. For a camera, we might use a Sony Alpha A6600 with an f/1.4 lens.

Anything below that level closes in on iPhone-equivalent. For instance, here's Scott Hanselman comparing his A6000 to an iPhone 12. You'd spend a few thousand bucks on that.

A few further thoughts:

We have a lot of users that do appear on TV with some frequency. Reporters, congressional candidates, entrepreneurs, etc. Every now and then we share their experiences on our Twitter account @reincubate.

An amazing mirrorless gives great image quality but isn't without other drawbacks. Cables, complexity, setup, heat, bad software, lack of remote control, and so on. Some people are totally wedded to DSLRs, but there are certainly users out there that have the $5k+ setup but still use Camo for some things, because it's easier to configure and tidier on your desk!

What do you think of the new Avermedia PW513 webcam? This is based on a much more modern Sony Exmor Sensor with a higher dynamic range and I think addresses most of the points you raised. It's even dropping in price now to semi-reasonable levels.

We've not tried one of these yet but the reviews are extremely bad, even after the update. Big graininess, bad handling of light. It doesn't look like a very polished product, with a cheaply printed logo on the front of it, either.

If we see anything to suggest it's a contender we'll get hold of one of these for our next update, but the reviews it's got make it seem like a budget cam with a non-budget price.

I know it's a different type of device but can you please test the Facebook Portal 10 inch (1st gen)? Apparently it has an impressive 13 megapixel camera that's also 140 degrees wide angle. It's available on eBay for around $80 and only the first gen model or the 15 inch Portal Plus has USB-C video out too, to a bigger screen. I want to know how it compares to the Logitech BRIO and the iPhone SE and the iPhone 11 Pro.

Good question. We got one of these for the office (before we started working from home). The short version is that the automated panning is has is pretty cool. But the colour balance is weird (very vibrant, poor colour representation) and it really struggles with low or average light, leading to a lot of graininess. It does well with exposure though, and we found it interesting what whilst it's not amazing, it largely suffers from a different set of problems to conventional webcams.

It's a great choice to send to less technical family members, but it's not going to make you look good on a professional call.

I agree wholly. I used to use Logitech C920s for televising Vex robotics tournaments. A C920 on a lighting tripod overlooking each field of play connected to a Raspberry Pi (used Pi 2Bs the first few years) strapped to tripod post powered by a PoE dongle, and simply using gstreamer to take the h.264 stream from the USB and sent it RTP to the video mixer. For less than $100 for each field of play, had great picture all run off a single Ethernet cable.... when we went to three fields of play and I went to add a camera, I was disappointed in the new Logitech C920 that no longer had the H.264 stream. Even going to the Pi 3 to handling encoding, the image on that one was never as good as the older C920s. I think it is just Logitech getting cheap.

The exception this trend: document cameras. They still have onboard processing, sometimes with built in LEDs, exposure/zoom buttons, and often better sensors than smaller webcams; a good example is the IPEVO line. Granted, they don't clip on to your computer, but the adjustable arm can be pretty convenient as well. The only drawback is that because it doesn't clip on, looking at your screen and looking at your camera aren't always the same thing; but depending on the setup, you can just have the camera peek over the top of the monitor.

That's a good point. There are some good document cameras ("visualisers") out there, although you're generally looking at $500 - $1,000 for a decent product. An older model iPhone would be most cost-effective, but the fact that a visualiser is pre-assembled and comes as a single unit can be helpful.

Charlie Hayes is correct. Old cameras compressed the video to save USB bandwidth. But doing that both increased the CPU burden and reduced the video quality. The CPU or GPU must decode the video to display the stream. And unless you are saving the video in the exact format that the camera sent it, the CPU has to decode and re-encode the stream. That's especially important for streamers who are removing a background and overlaying their video over a game stream and muxing the audio from a standalone microphone. So the cameras compression hurt more than it helped.

There's certainly a benefit for pro users in not encoding. As you say, it saves the need for a decode and re-encode in the cases where people are manipulating the stream. The downside is that that'll benefit a fairly limited range of use-cases: if you just want to plug the thing in and stream it's worse, because those users wouldn't have the need to re-encode, and it'll put a bunch more load on their system.

Thinking this through is one of the reasons we do all the processing on the iOS device for Camo: by the time it gets to your Mac or PC, the work is done. It only needs to decode. It makes sense that there might be a future option to stream raw frames for users that are expecting to manipulate or re-encode the feed, though!

What about using that drone as a web cam? How would that look?

Ooh, great question! Which drone would you like to see us draw a comparison to?

I’ve been wondering if a GoPro camera is a good option, as it obviously offers great versatility for other uses. Can it be used as a webcam?

They sure can. We cover them here. Not as flexible as an iPhone in terms of the adjustments, and the software is a bit grisly, but the image sensor is a huge step up from any purpose-built webcam.

Thanks for this article. I've wanted to start streaming some of the making I do, which meant I went out and bought a couple of Logitech C922x Pro cameras. One was intended to be mounted over my lab bench pointing down. The results were abysmal. The bench is well-lit, and yet darks were black voids and lights were blown out.

Asking around, I learned most people use some form of DSLR or mirrorless camera. A smaller subset of the available ones can stream over USB (and probably smaller still with the low latency needed for live streaming). They're all $600+.

Then the new Raspberry Pi HQ camera caught my attention, and I started looking at industrial USB cameras. Eventually I found a cheap Chinese import. The advantage to a C/CS-mount camera is that there are a lot of interchangeable lenses available, some quite inexpensive (quality remains to be seen). But more importantly, I can manually control focus and (optical) zoom, a real boon when shooting my bench. Even my old iPhone can't offer me that.

This particular camera (and other cheap ones I've seen) are UVC-compliant, meaning most OSes support them out of the box. I tried this one briefly, and it out-performed the Logitech with the stock configuration, but latency is not as good (still passable, if you don't buffer in OBS). There's some source code out there for adjusting camera parameters on macOS, I'm gonna write a little utility to access those and see if I can improve it.

All that long-winded comment to ask: mind comparing this camera to your others? Thanks!

Thank you. We'll look at that in detail that in when we do the next update. It looks like the larger sensor helps it handle light better than the Logitech 4K. From the sample images, it looks like it's capturing a little like an iPhone 6 — ie. much better than a Brio, but without the image performance improvements we saw in subsequent generations. (The iPhone 7 was quite a step up.) Coming unbranded from an anonymous reseller, it's unlikely to be getting close to a modern iPhone!

I suspect the reason to encode the video in the camera is less an effort to save the computation from the computer and more a requirement to get through the limited USB 2.0 bandwidth.

In part, yes: USB 2.0 can't handle 4K uncompressed, but USB 3.0 can. It's hard to imagine many computers that pre-date USB 3.0 can handle 4K anyway. It still looks like a cheap move to cut corners!


Possiamo migliorare questo articolo?

Ci piace ascoltare gli utenti: perché non mandarci un'email, lasciare un commento o twittare @reincubate?

© 2008 - 2021 Reincubate Ltd. Tutti i diritti riservati. Registrato in Inghilterra e Galles #5189175, VAT GB151788978. Reincubate® e Camo® sono marchi registrati. Politica sulla riservatezza & condizioni. Costruito con a Londra.