Idee sbagliate sulla risposta tecnologica britannica a COVID-19

Pubblicato aggiornato
Cover image for: Idee sbagliate sulla risposta tecnologica britannica a COVID-19

A seguito della nostra analisi a maggio dell'app di monitoraggio NHSX del Regno Unito, della notizia che il Regno Unito sta passando all'uso delle API di monitoraggio dell'esposizione di Apple e Google e della recente comparsa della traccia dei contatti su iPhone, condivido l'analisi di ciò che è accaduto da allora.

C'è stata molta politica in gioco in termini di come è stata comunicata la risposta britannica COVID e ci sono un certo numero di idee sbagliate comuni.

Il primo malinteso è che il governo si è impegnato a perseguire "andare da solo". È vero che hanno annunciato che stavano per provare questo, ma è anche un dato di fatto che hanno anche contratto per costruire un'implementazione utilizzando Apple e l'API di Google. Ciò è stato fatto il 6 maggio 2020 e il contratto può essere letto qui . Questo è prima del processo all'Isola di Wight e prima di qualsiasi analisi esterna dell'app NHSX.

Il secondo malinteso è che l'app NHSX non è stata testata in modo adeguato. Quando è stata avviata la sperimentazione sull'Isola di Wight, l'NHSX ha acquisito la propria app e ha condiviso una serie di documenti su come è stata costruita e testata. Molti giornalisti mi hanno chiesto se ritenevamo che quei documenti dimostrassero che era stata utilizzata una metodologia di prova adeguata. La scoperta di Reincubate fatta e coperta è stata che il team NHSX aveva trovato una nuova tecnica per tentare di affrontare le carenze dell'app di tracciamento dei contatti australiano, ma non era chiaro quanto avrebbe funzionato.

I commentatori, gli analisti esperti e la società di sicurezza informatica che la BBC ha mantenuto mancavano di certezza su tutto, a parte il fatto che c'erano vantaggi tecnici dell'approccio API Apple / Google e che l'unico modo per accertare l'efficacia di questa tecnica sarebbe lavorare con le avvertenze che avrebbe dovuto essere per testarlo .

Naturalmente, il test ideale di un sistema complesso come questo è quello di distribuirlo a un numero ragionevole di utenti al fine di raccogliere dati del mondo reale su come ha funzionato. È esattamente quello che è stato fatto ed è strano che alcuni commentatori abbiano affrontato il processo nell'Isola di Wight con un'implementazione che non era un processo.

In terzo luogo, c'è un malinteso sul fatto che l'app NHSX fosse uno spreco di denaro o abbia portato a un ritardo nel governo che ha lanciato un'app "funzionante". Ci sono due ragioni per cui questo è difettoso. Come ho scritto a maggio, distribuire un'app utilizzando l'API di Apple o Google non era un'opzione pratica. Ho condiviso i seguenti quattro punti:

  • iOS 13.5 non è stato rilasciato e potrebbe non esserlo per alcune settimane
  • Prima di ieri, l'ultima versione beta di iOS 13.5 presentava un grave difetto di sicurezza, suggerendo che il team di ingegneri di Apple stava eseguendo operazioni di sollevamento pesanti
  • Una volta rilasciato, probabilmente ci vorranno mesi prima che la maggior parte degli utenti iOS lo installi (insolitamente, l'adozione equivalente di Android potrebbe essere più rapida)
  • I dispositivi iOS meno recenti, come l'iPhone 6, non possono eseguire iOS 13 e non potranno utilizzare la tecnica Apple

Da allora, non è cambiato molto. iOS 13.5 è stato rilasciato il 20 maggio con le API di "notifica dell'esposizione". Statscounter ha riportato un tasso di adozione del 2,2% per 13,5 entro la fine di quel mese e solo il 37% per iOS 13.4 di marzo. Gli iPhone venduti solo nel 2015 non possono eseguire iOS 13, e sarà probabilmente verso la fine del 2020 prima che un numero ragionevole di utenti esegua 13.5. (A partire da giugno 2020, i dati di Apple mostrano che il 92% dei dispositivi esegue iOS 13, ma escludono i dispositivi che hanno più di 4 anni.)

Di conseguenza, data l'importanza dell'adozione della tecnologia per funzionare, potrebbe essere fattibile esplorare utilizzando le API di Apple all'inizio del 2021 . Forse se il Regno Unito non ha uno strumento basato su API Apple / Google entro pochi mesi, questo potrebbe essere considerato un ritardo. (Singapore sta distribuendo dispositivi hardware dedicati alla sua popolazione per risolvere questo problema.)

Tuttavia, nel frattempo, il processo sull'Isola di Wight si è concluso, così come i test sulle API di Apple e Google. I dati non sono utili per entrambi gli approcci, con l'Assemblea di Londra che discute dei problemi di distanza . La BBC ha osservato :

In particolare, il software ha registrato circa il 75% dei telefoni Android nelle vicinanze, ma solo il 4% degli iPhone. Al contrario, il modello Apple-Google ha registrato il 99% sia dei cellulari Android che degli iPhone. Ma i suoi calcoli della distanza erano più deboli. In alcuni casi, non è possibile distinguere tra un telefono nella tasca di un utente a 1 m (3,3 piedi) di distanza e un telefono nella mano di un utente a 3 m (9,8 piedi) di distanza.

L'accusa di "spreco di denaro" è insolita. Quando un governo deve far fronte alla morte dei suoi cittadini, quale prezzo dovrebbe investire in ricerca e sviluppo tecnologico per salvare vite umane? Avrebbero dovuto aspettare (o attendere ancora, in termini pratici) la disponibilità della soluzione Apple? Se avessero aspettato questo, e poi avessero avuto problemi con il monitoraggio della distanza e l'adozione di iOS 13.5, sembra che spendere milioni di sterline per esplorare se un altro approccio potrebbe funzionare non sarebbe così male. In realtà, l'approccio a doppio binario che il Regno Unito ha adottato sembra il gold standard - non stare seduto sulle sue mani, in attesa di qualcosa che potrebbe non funzionare dai giganti della tecnologia.

Infine, sta emergendo un nuovo quadro, e cioè che la tecnologia non fornirà una panacea per la traccia dei contatti. Nessuno degli approcci utilizzati - NHSX, Apple e Google - funziona come sperato.

Il problema sembra quadruplicare:

  • Adozione (gli utenti non hanno aggiornamenti iOS o software Android necessari per utilizzare la tecnologia)
  • Funzionalità hardware (gli iPhone del 2015 non possono eseguire l'app, il dispositivo Android medio ha un Bluetooth di bassa qualità che non monitora bene la distanza)
  • Privacy (gli utenti sono preoccupati per l'installazione o la concessione dell'accesso alle app - Apple ha abilitato il menu delle impostazioni per il suo sistema era sufficiente per provocare costernazione nel Regno Unito alla fine di giugno)
  • Comportamento (gli utenti non daranno necessariamente seguito ai report COVID o ai requisiti di test per il funzionamento delle app - poiché è così, ci sono preoccupazioni per il fatto che le regole di distanziamento sociale molto più semplici vengano ignorate )

Mentre alcuni paesi hanno ottenuto un successo limitato con le loro app di tracciamento dei contatti, i dati sono scarsi e la questione se la tecnologia funzioni ora è saldamente una narrazione guidata politicamente e non tecnologica. La mia opinione è che i migliori utenti che possono ottenere da queste tecnologie è una notifica dell'esposizione parzialmente accurata, distinta dalla traccia dei contatti.

Può risultare che nessuno dei due approcci sia in definitiva efficace nel tracciare e gestire la diffusione di COVID-19, ma è difficile discutere contro il senso di investire in una serie di soluzioni tecniche nella speranza di farlo.

Possiamo migliorare questo articolo?

Ci piace ascoltare gli utenti: perché non mandarci un'email, lasciare un commento o twittare @reincubate?

© 2008 - 2021 Reincubate Ltd. Tutti i diritti riservati. Registrato in Inghilterra e Galles #5189175, VAT GB151788978. Reincubate® e Camo® sono marchi registrati. Politica sulla riservatezza & condizioni. Costruito con a Londra.