Come accedere ai file di iPhone con un supporto per disco

aggiornato

È stato facile montare l'iPod originale e accedervi come un'unità USB. È possibile farlo anche con un iPhone, anche se ci sono approcci diversi a seconda del tipo di dati con cui vuoi lavorare.

In questo articolo esploreremo i diversi approcci e sono riassunti di seguito:

Tecnica File disponibili Requisiti
PTP Foto e video Integrato in Windows e macOS
AFC Foto, video e alcune app iTunes
FUSE (nessun jailbreak) Foto, video e alcune app Client FUSE gratuito
FUSE (con jailbreak) Tutti i files Jailbreak, client FUSE gratuito
WebDAV via Filza Tutti i files Jailbreak, client WebDav gratuito
afc2 Tutti i files Jailbreak, plugin AFC2, client AFC2
Altro Nessuna Non funziona su iOS moderno

PTP: accesso a foto, video e dati della fotocamera come supporto per il disco

iOS presenta automaticamente i dispositivi moderni come videocamere quando sono connessi tramite USB. Questo utilizza Picture Transfer Protocol (PTP), che è un sistema abbastanza limitato che consente di copiare le foto avanti e indietro. Probabilmente riconoscerai le cartelle DCIM cui le foto tendono ad apparire.

PTP ha una serie di inconvenienti: la maggior parte ovviamente, non è possibile accedere a file diversi dalla fotocamera. E PTP non supporta funzionalità come la ridenominazione o modifica di file o cartelle: invece, deve eliminarli e ricrearli per effettuare una modifica. Questo è lento.

Accesso a foto e dati delle app su AFC con iTunes

La knowledge base di Apple ha un articolo che descrive come gestire la condivisione di file rudimentale con iTunes .

Accesso ai dati dell'app tramite USB con FUSE

FUSE è un sistema che consente agli utenti di montare unità sui loro computer Windows o Mac senza dover apportare modifiche a livello di amministratore ai loro sistemi. FUSE sta per " filesystem in userspace " ed è disponibile in diverse forme sulla maggior parte delle piattaforme. FUSE stesso è uno strato di astrazione, in quanto non è la tecnologia che comunica direttamente con il dispositivo o la fonte di dati: di solito, per questo si usa un altro approccio. In caso di montaggio di un iPhone come unità, FUSE comunica con l'iPhone utilizzando un altro protocollo: SSH, AFC / AFC2, PTP o WebDAV. Su Windows, viene spesso utilizzato il popolare file system Dokan in modalità utente , e su macOS osxfuse è popolare.

Dal punto di vista dell'utente, poiché FUSE normalizza il modo in cui vengono presentati i dati del dispositivo, di solito non importa quale protocollo sottostante è responsabile per il montaggio.

Utilizzando un mount FUSE su macOS

Dimostriamo questo approccio su macOS e su come montare un dispositivo. Affinché questo funzioni, è necessario installare il gestore di pacchetti Homebrew gratuito e avere familiarità con l'utilizzo del terminale macOS.

Prima di tutto, troviamo l' UDID del tuo dispositivo. Puoi farlo con la versione gratuita di iPhone Backup Extractor , con il comando lsusb , o con ioreg -p IOUSB -l -w 0 . Esegui iPhone Backup Extractor mentre il dispositivo è connesso, seleziona il tuo dispositivo e scegli la scheda "Informazioni". Vedrai l' UDID mostrato nella sezione "Identificativi hardware":

Device data shown in iPhone Backup Extractor
Dati del dispositivo mostrati in iPhone Backup Extractor

Quindi, prendiamo FUSE per macOS pronto:

$ brew tap homebrew/cask
$ brew cask install osxfuse

==> Caveats
To install and/or use osxfuse you may need to enable their kernel extension in

  System Preferences → Security & Privacy → General

For more information refer to vendor documentation or the Apple Technical Note:

  https://developer.apple.com/library/content/technotes/tn2459/_index.html

You must reboot for the installation of osxfuse to take effect.

E installiamo ifuse , che è il codice che può comunicare con i dispositivi iOS tramite FUSE:

$ brew install ifuse

Con ifuse installato, è possibile montare il tuo iPhone o iPad usando l' UDID abbiamo ottenuto in precedenza:

$ mkdir ~/iphone
$ ifuse ~/iphone --udid 000000000000000000000000

Questo monterà il tuo iPhone come un disco sul tuo computer. Se desideri approfondire e approfondire più dati, questo post di Super User è piuttosto utile e, analogamente, questo post copre l'uso dello strumento usbmuxd .

Accesso ai dati delle app tramite USB con FUSE su un dispositivo jailbroken

Le istruzioni sono esattamente le stesse di sopra. Con il dispositivo jailbroken, vedrai più dati subito. Niente, eh?

Utilizzo del server WebDAV di Filza per l'accesso ai file root di iOS

Su un dispositivo iOS jailbroken, è possibile installare un'app di gestione file chiamata Filza tramite Cydia. Sotto le impostazioni di Fileza, è possibile abilitare la modalità server WebDAV . Ciò fornisce un'interfaccia abbastanza semplice per altri dispositivi per accedere al tuo dispositivo iOS, anche se è estremamente insicuro. WebDAV è un meccanismo molto generale per lavorare con i dati web e ci sono molti client che possono accedervi: inclusa un'interfaccia web integrata in Filza. Collegati al tuo dispositivo con un browser web e vedrai l'interfaccia. Facile.

Utilizzando AFC2 per accedere ai file iOS tramite USB

AFC2 può essere installato da Cydia e una volta installato consentirà a un client AFC di esplorare il dispositivo nella sua interezza.

Altre tecniche per accedere a tutti i dati su dispositivi jailbroken

Prima del rilascio di iOS 8, c'erano diversi plugin Cydia per dispositivi jailbroken che avrebbero fatto sì che un iPhone si presentasse come una chiavetta USB quando connesso . Ahimè, non ci sono più supportati sulle versioni moderne di iOS.

Ripristino di file cancellati da un dispositivo iOS montato

Se è possibile montare il proprio iPhone o iPad come unità, si potrebbe pensare di poter recuperare i file cancellati manipolando il filesystem direttamente su un dispositivo jailbroken. Sfortunatamente, non è possibile recuperare i file in questo modo da un iPhone poiché il filesystem è crittografato. Anche se potresti trovare dei bit di dati, non sarai in grado di decrittografarli. Ogni file ha la propria chiave di crittografia e quelle chiavi vengono scartate alla cancellazione.

La Guida alla sicurezza iOS di Apple tratta questo brevemente a pagina 17 nella "panoramica dell'architettura":

Ogni volta che viene creato un file sulla partizione dati, Data Protection crea una nuova chiave a 256 bit (la chiave "per-file") e la consegna al motore hardware AES, che utilizza la chiave per crittografare il file così com'è scritto per flash memory usando la modalità AES-XTS. Sui dispositivi con SoC A7, S2 o S3, viene utilizzato AES-CBC. Il vettore di inizializzazione viene calcolato con l'offset del blocco nel file, crittografato con l'hash SHA-1 della chiave per file.

Il montaggio può funzionare bene per ottenere file esistenti, ma non è di grande aiuto per il ripristino. Per questo, è necessario un backup di iTunes o iCloud, dati sincronizzati con iCloud o un'immagine forense del dispositivo prima che i dati fossero eliminati.

Circa l'autore

Aidan Fitzpatrick ha fondato Reincubate nel 2008 dopo aver realizzato il primo strumento di recupero dati per iPhone, iPhone Backup Extractor. Ha parlato a Google di imprenditorialità e si è laureato alla Leadership Academy dell'Organizzazione degli imprenditori.

Reincubate's CEO presso Buckingham Palace

Nella foto sopra sono membri del team di Reincubate che incontra HM Queen Elizabeth Ⅱ a Buckingham Palace, dopo aver ricevuto il premio aziendale più alto del Regno Unito per il nostro lavoro con la tecnologia Apple. Leggi la nostra posizione sulla privacy, sicurezza e protezione .

Possiamo migliorare questo articolo?

Ci piace ascoltare gli utenti: perché non mandarci un'email, lasciare un commento o twittare @reincubate?

© 2008 - 2019 Reincubate Ltd. Tutti i diritti riservati. Registrato in Inghilterra e Galles #5189175, VAT GB151788978. Reincubate® è un marchio registrato. Termini e Condizioni. Raccomandiamo 2FA. Costruito con a Londra.