Mantenere le connessioni in blocco: come Paul Gallagher usa Camo

Pubblicato aggiornato
Cover image for: Mantenere le connessioni in blocco: come Paul Gallagher usa Camo

Paul Gallagher è un autore pubblicato da Melbourne, Australia, con diverse opere a suo nome, inclusa una biografia di John Anderson, Faith and Duty . Paul soffre di una condizione autoimmune che ha reso necessario un rigoroso isolamento durante la pandemia. Attraverso l'uso di Camo, Paul è stato in grado di trovare altri modi per rimanere in contatto. Abbiamo parlato con Paul della sua esperienza.

“Quando mi sono imbattuto per la prima volta in Camo, mi è sembrato molto conveniente per il problema che stavo cercando di risolvere. Soffro di sclerosi multipla (SM), il che significa che ho dovuto isolarmi rigorosamente durante la pandemia. Questo aveva il potenziale per avere un impatto terribile sulla mia salute mentale, quindi sapevo che dovevo fare qualcosa per mantenere alto il morale, per tenermi in contatto con la mia famiglia e il mondo esterno.

“Di conseguenza, ho iniziato a fare molte chiamate con la famiglia e gli amici. Quello era l'unico modo in cui potevo interagire con gli altri. Mi sono ritrovato a fare più chiamate alla settimana abbastanza rapidamente, e più chiamate ho avuto, più problemi ho notato nella qualità della mia webcam. Era scuro, sfocato e sfocato. Prepararmi per una chiamata era qualcosa di cui cominciai a temere, perché avrei dovuto impiegare molto tempo a cercare di ottenere la migliore illuminazione. Per alcune chiamate Zoom, usavo il mio iPhone in modo che la mia immagine fosse di migliore qualità, ma quando l'ho fatto ho trovato difficile vedere le persone con cui stavo parlando sullo schermo dell'iPhone. Ho dovuto scegliere tra usare il laptop per vedere chiaramente gli altri, fornendo una cattiva immagine di me stesso, o usare il telefono per fornire una buona immagine, ma non essere in grado di vedere con chi stavo parlando. All'epoca non sapevo che esistesse un software che mi permettesse di accedere a entrambi.

"Pensavo che l'unico modo per risolvere il mio problema fosse acquistare un nuovo laptop. Non volevo davvero farlo, perché a parte i problemi con la webcam, il mio MacBook esistente funzionava bene. Non sono uno che compra nuova tecnologia inutilmente, mi piace usare le cose entro un centimetro della loro vita (in realtà ho un iPad 1 seduto sulla mia scrivania mentre parliamo, che sono appena riuscito a far funzionare di nuovo). Quindi, anche se la fotocamera del mio laptop non era abbastanza buona, non potevo davvero permettermi di sostituirla, e sapevo solo che una fotocamera per laptop non sarebbe mai stata buona come la fotocamera del mio iPhone.

“Quindi, quando ho visto una recensione di Camo online, mi è sembrata la soluzione ideale. Avevo bisogno di un'immagine migliore durante le chiamate e questo ha risolto il problema, a un prezzo molto più conveniente di quanto pensassi possibile.

"Ho fatto un po 'di ricerca prima di impegnarmi a comprare. Camo era un nuovo arrivato, quindi volevo vedere quali erano le altre opzioni. Ho esaminato altre soluzioni ma non assomigliavano a Camo, con la sua capacità di regolare manualmente le immagini e ottenere il meglio dalla fotocamera del mio telefono. Per me, una delle cose che ha cementato la mia decisione in Camo è stato il fatto che Camo ti consente di utilizzare una connessione cablata, anziché wireless. In questi tempi, tutti abbiamo dovuto acquisire alcune capacità tecniche. Durante COVID, siamo diventati tutti risolutori di problemi, perché abbiamo dovuto farlo. Sapevo che la cosa peggiore da risolvere era un problema video o audio che si verificava durante una chiamata. Quindi la connessione cablata mi è piaciuta come più affidabile. Sapevo istintivamente che una connessione cablata avrebbe causato meno problemi rispetto a una wireless, quindi per me è stato rassicurante.

“Una cosa di cui ero preoccupato era se Camo avrebbe rallentato il mio computer o avrebbe causato problemi di connettività durante le chiamate. Se la mia foto era così bella, come se la cavava la mia banda larga? Ma non ho avuto problemi da quando ho usato Camo. È stato facile da scaricare ed è facile da usare. L'integrazione con i vari servizi video sembra piuttosto semplice e il passaggio da un utilizzo all'altro è facile e veloce. Ad esempio, io e mia moglie avevamo programmato una videochiamata con gli amici ed eravamo in ritardo. Stavo telefonando con mio nipote, leggendogli un libro, e il tempo ci è sfuggito. Aveva il potenziale per essere una transizione frustrante e stressante per passare da un utilizzo all'altro, ma è stato davvero veloce, penso ci sia voluto meno di un minuto. Ho terminato la chiamata, collegato il telefono al computer, ho aperto Camo e ho appoggiato il telefono sul supporto. Sembrava piuttosto semplice.

“Mi piace il modo in cui Camo funziona, come regola automaticamente la qualità dell'immagine e la messa a fuoco. Sembra farlo straordinariamente bene. Tuttavia, mi piace anche che posso ignorarlo manualmente senza alcun dramma. Mi piace come posso mettere mia moglie al centro dell'immagine piuttosto che me (diciamo che è una chiamata con la sua famiglia, piuttosto che con la mia). Posso aggiustare cose specifiche come quella senza aggiustare tutto il resto.

“Camo mi tiene connesso con una qualità che semplicemente non posso permettermi in nessun altro modo. Più che solo per me stesso, volevo che la mia famiglia mi vedesse, vedesse la mia faccia regolarmente, vedesse che ero felice e stavo affrontando. Se non posso toccare qualcuno, almeno posso vederlo. Camo mi ha dato l'opportunità di farlo, per non vergognarmi di quello che mando. Ora sono in grado di parlare con la famiglia e gli amici senza stress: possono vedermi, non c'è nessun dramma con l'allestimento, e ho la certezza che la mia telecamera farà il duro lavoro per me. So che funzionerà. "

Abbiamo chiesto a Paul se avesse altri consigli tecnici per le persone con SM:

“Sfortunatamente, una delle cose che accompagna la SM è che le mie mani possono diventare come artigli. A volte non riesco a prendere in mano una penna e, come autore pubblicato, non essere in grado di prendere una penna può essere deprimente. Una cosa che il governo australiano è stato in grado di fornirmi è il software di sintesi vocale. Uso Dragon di Nuance , mi permette di parlare invece di dover digitare, quindi se ho bisogno di comporre una lettera, o voglio scrivere qualcosa, questo può essere particolarmente utile.

“L'altra cosa che consiglierei è correlata. Uso un piccolo microfono; il microfono a condensatore Shure MV5 , in quanto aiuta il software di sintesi vocale a funzionare ancora meglio. "

Puoi trovare altri pensieri e scritti di Paul sul suo blog .

Possiamo migliorare questo articolo?

Ci piace ascoltare gli utenti: perché non mandarci un'email, lasciare un commento o twittare @reincubate?

© 2008 - 2021 Reincubate Ltd. Tutti i diritti riservati. Registrato in Inghilterra e Galles #5189175, VAT GB151788978. Reincubate® e Camo® sono marchi registrati. Politica sulla riservatezza & condizioni. Costruito con a Londra.